Tempo

Si chiama “Convivio d’ottobre”… e già questa è una buona notizia!

Si chiama “Convivio d’ottobre”… e già questa è una buona notizia!

L’editoriale

Un pò di storia fa bene conoscerla…

di Roberto Fittipaldi

Si. Si chiama “Convivio d’ottobre”, e già questa è una buona notizia! La prosecuzione della “festa” organizzata dal Comune nel centro antico di Castrovillari che immeritatamente, a mio parere, continua ad essere denominata come la rassegna di rivitalizzazione “Civita… nova”, ideata dall’assessore al Turismo dell’epoca (1991), Pasquale Saladino,  promossa dal sindaco pro tempore, Tonino Torsello e organizzata da un gruppo di persone del quale ero parte.

La “festa” attuale, infatti, continua ad essere denominata in quel modo senza averne minimamente mantenuto i connotati originali e i principi ispiratori. La fortunata rassegna-progetto del’91 venne poi seguita, durante l’Amministrazione guidata da Riccardo Vico, (assessore alla Cultura, Lucio Rende e alle attività produttive l’attuale sindaco, Domenico Lo Polito: oltre all’animazione culturale era pregnante l’attività artigianale che faceva rivivere l’antico borgo “suggerendo” un’ipotesi di sviluppo permanente), da altre due ancora rassegne nel 1996 e nel 1997 che ebbero un successo ancora maggiore, con la direzione artistica e organizzativa oltre che del sottoscritto, del compianto amico e attore-regista, Giuseppe Maria Maradei.

Negli anni più recenti, il sindaco Lo Polito ha ripreso l’iniziativa, forte dell’appoggio del consulente Franco Pirrera, artefice amministrativo delle edizioni ’96 e ’97, affidando l’organizzazione ad un’associazione locale che ha tradito, come dicevo, a mio parere ma non solo, gli scopi della rassegna, facendola divenire tutt’altro, pur mantenendo il nome e pur richiamando centinaia di persone nel luogo. E questo, ma solo questo, secondo me, è l’unico merito che si possa ascrivere all’iniziativa. Per la verità subito offuscato dal buio che scende lungo le stradine della Civita nei periodi in cui i riflettori si spengono. Per il resto col progetto degli anni ’90 non ha nulla a che fare.

Ora arriva “Convivio d’ottobre”, continuazione della “festa” organizzata a settembre, dovuta ad un finanziamento regionale che andava comunque utilizzato, essendo stata, l’iniziativa di settembre, coperta col bilancio comunale.

Personalmente sono molto contento che il centro antico si ripopoli anche in ottobre… e che ci sia un’attenzione dedicata alle produzioni tipiche, alla gastronomia, all’animazione musicale (suonerà addirittura Amedeo Minghi… non è che c’entri molto con la rivitalizzazione del borgo: all’epoca facemmo esibire la Nuova Compagnia di Canto Popolare, Peppe Barra e altri interpreti della tradizione musicale meridionale) che richiamerà ancora migliaia di persone nella Civita…

Un pò meno sono contento per il (non) principio che ispira anche questa manifestazione, che di certo non è organico ad un progetto vero di rivitalizzazione permanente e continuativa del salotto buono della città.

Ma tant’è… Castrovillari saprà accontentarsi anche questa volta. Intanto come testata indipendente e autofinanziata vi offriamo il programma. Almeno questo si è guadagnato un posticino tra le nostre colonne. Speriamo sia un inizio…

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tempo
@TCastrovillari

web tv di Slow Time, testata giornalistica di emerson communication

Altro in Tempo